Stampa

La fraternità francescana

Scritto da Santuario. Postato in Generale

I Frati Minori a San Matteo

I Frati Minori sono giunti a S. Matteo nel 1578, chiamati dal Papa Gregorio XIII.

Sul Gargano, tuttavia, la loro presenza risaliva alla prima metà del sec. XIII.

In quell’epoca furono fondati i conventi di San Giovanni Rotondo, Monte Sant’Angelo, Manfredonia, Peschici.

Nel territorio di San Marco in Lamis la presenza dei Frati  iniziò nel convento di Santa Maria di Stignano nel 1515, e si consolidò nel 1578 quando si insediarono nell’antica abbazia prima benedettina e poi cistercense di San Giovanni in Lamis, a loro affidata dal Papa Gregorio XIII su richiesta dell'Abate Commendatario Vincenzo Carafa.

La venuta dei Frati fu resa necessaria dalla moltitudine di pellegrini bisognosi di assistenza che da tempo immemorabile continuavano a fermarsi al Santuario diretti alla Grotta dell'Arcangelo. Il flusso di pellegrini era diventato molto più intenso da quando, verso la metà del sec. XVI, era stata portata da Salerno una reliquia di S. Matteo.

Si può dire che il nostro Santuario, in quanto luogo particolarmente dedicato a S. Matteo, sia nato con i Francescani i quali hanno diffuso il culto dell'Apostolo in tutta la Capitanata, e poi, tramite i pastori transumanti, nel Molise, in Abruzzo, in Terra di Bari e altrove.

Con la diffusione del culto di S. Matteo il vecchio monastero di S. Giovanni in Lamis cominciò a chiamarsi "convento di S. Matteo".

Attualmente vi operano sette Frati:

Fr. Pietro Carfagna
Guardiano

Fr. Gabriele Fania, sacerdote
Economo, Vicario, Cappellano dell'Opera Pia Gravina a San Marco in Lamis, Assistente dell'Ordine Francescano Secolare di San Marco in Lamis e Rignano Garganico.
Fr. Mario Villani, sacerdote
Direttore del coro "Cantemus Domino", Direttore della Biblioteca Diocesana di Foggia.
Fr. Nicola De Michele, sacerdote
Vice Commissario di Terra Santa, Assistente della Confraternita di San Michele a San Marco in Lamis, Addetto al Santuario.
Fr. Francesco Taronna, sacerdote
Delegato del Provinciale per le Celebrazioni Liturgiche nel Santuario di Stignano. Addetto al Santuario.
Fr. Antonio Gelsomino, sacerdote
Addetto al Santuario
Fr. Matteo Bibbiani, fratello laico
Factotum

Oltre ad espletare queste mansioni i Frati di San Matteo, come possono, sono a disposizione dei parroci di San Marco in Lamis per la celebrazione di SS. Messe, confessioni e corsi di predicazione.

Prestano, inoltre, la loro assistenza religiosa a:

  • Confraternita di San Michele a San Marco in Lamis (LEGGI)
  • Gruppo famiglie
  • Associazione Madonna di Mediugorje
  • Associazione di cultura "Contardo Ferrini"

P. Mario Villani